PSICOTERAPIA IN ETÀ EVOLUTIVA

Che cosa è?

Il nostro lavoro si basa sul metodo cognitivo-comportamentale; si tratta di un metodo

molto efficace per aiutare le persone ad affrontare i loro problemi emotivi e comportamentali.

Ha il suo fondamento sull’idea che quello che sentiamo e quello che facciamo è influenzato dal

nostro modo di pensare. Emozioni controproducenti, quali paura, ansia, rabbia, depressione,

vengono mantenute perché sono alimentate da pensieri negativi e dannosi.

Si tratta di un approccio pratico e coinvolgente che insegnerà a vostro figlio come superare

le proprie difficoltà.

Che cosa accadrà?

Lavoreremo insieme a voi e a vostro figlio affinché lui possa imparare a:

1. individuare emozioni e comportamenti problematici;

2. identificare i modi di pensare dannosi;

3. mettere alla prova questi modi di pensare dannosi per poi sostituirli con pensieri più costruttivi;

4. comprendere insieme perché certe situazioni diventano problematiche;

5. mettere in pratica modi di pensare più utili;

6. imparare nuovi modi per superare sentimenti negativi;

7. modificare comportamenti controproducenti;

8. trovare nuovi modi di affrontare situazioni problematiche.

Stabiliremo insieme: la frequenza degli incontri con vostro figlio;

2. quando effettuare incontri con voi genitori.

Generalmente, nell’ultimo incontro assieme a voi e a vostro figlio verificheremo come le cose

sono cambiate e ci accorderemo su cosa è meglio fare in seguito.

Come potete essere di aiuto voi genitori?

Potete innanzitutto aiutare vostro figlio facendogli sentire il vostro supporto.

Cercate di capire che vostro figlio è in difficoltà e che ha bisogno di aiuto

Affrontare i problemi personali è difficile. Bambini e ragazzi possono non sapere cosa fare e

talvolta utilizzano modalità inadeguate nel gestire le situazioni difficili. Anche se alcune persone

possono pensare che vostro figlio sia disturbato, è importante ricordare che non si comporta così

perché è un bambino o un ragazzo cattivo, ma perché ha difficoltà emotive e comportamentali. Ascoltate vostro figlio

Vostro figlio può incappare nella trappola del pensiero negativo e non riuscire a vedere il lato

positivo delle cose. Osservate e ascoltate vostro figlio, aiutatelo a trovare gli aspetti positivi

delle situazioni. Cercate di comunicare con lui in modo non critico, ma fatelo sentire compreso,

così lo aiuterete a innalzare la sua autostima. Evidenziate i suoi progressi, questo lo renderà

più sicuro nel mettere in pratica le procedure per il cambiamento.

Cercate di essere pazienti!

Anche se l’intervento cognitivo-comportamentale è abbastanza breve, alcune problematiche

richiedono tempo, per cui non attendetevi cambiamenti immediati. Siate pazienti, riconoscete

i successi e ricordate che le battute d’arresto sono comuni. Incoraggiate vostro figlio a continuare a provare e a non mollare: ce la farà!